"Tango senza rossetto" racconta un tango essenziale, storie di vita comune ,ripulite da ogni orpello. Un tango senza make up che è quello dei poeti e della contemporaneità, declinato anche al femminile , grazie alla collaborazione con la poetessa argentina Marta Pizzo e il grande compositore Saul Cosentino , oggi considerato l' erede di Astor Piazzolla.Tango contemporaneo che non perde la forza e la potenza della tradizione.

"Sulle note di una sola chitarra acustica, la voce della cantante lucana fa rivivere quell'atmosfera decadente dei vicoli della Capital Federal. Quando scende la notte e le strade si liberano dal ritmo martellante del traffico, a Buenos Aires le balere si popolano di quella musica che racconta le sue storie più intime, quelle taciute, non rivelate. La musica diventa l’atto liberatorio, la denuncia, il grido che non cambia le cose ma che allevia il dolore. La Alamprese fa rivivere quei brani dei grandi autori argentini che sono prima di tutto poesie, stati d'animo sotto forma di versi in rime dissonanti.
A ritmo di milonghe e vals, procede questa “narrazione in musica” in cui la morte, il dolore, la disillusione diventano d'ispirazione per testi che devono essere prima di tutto interpretati con la stessa commozione di chi ha vissuto quelle storie. E la voce potente di questa cantante si consuma abbandonandosi a quelle stesse emozioni e, senza arrendersi, senza darsi mai per vinta, vive nell'abisso delle sue più amare certezze."( Laura Sciortino)